• Se sei paranoico, non sei mai solo!
    Psicologia

    Se sei paranoico, non sei mai solo!

    Se sei paranoico non sei mai solo! Ŕ una lettura dagli spunti utili per gli addetti ai lavori, scritto con un linguaggio chiaro che offre la possibilitÓ di arricchire la visione sulle varie modalitÓ di manifestazione dell'ideazione paranoide, oltre a consigli sul piano operativo
    State of Mind, Il giornale delle scienze psicologiche

    15,00 €

    Spese di spedizione a partire da 5,65€

    Disponibile in magazzino

Se sei paranoico, non sei mai solo!

Gli autori
Muriana Emanuela

Muriana Emanuela

Psicologa, psicoterapeuta

Verbitz Tiziana

Verbitz Tiziana

Psicologa, psicoterapeuta

Il "nemico Ŕ tra noi": nel collega, nel vicino di casa, o ancor peggio in famiglia; nella nostra rete amicale ma anche nella societÓ, nei politici che governano e tutti hanno nome e cognome ů Dalla diffidenza che si stempera nella vita di tutti i giorni, all'identificazione di un nemico da aggredire o da cui difendersi: un continuum che va dalla sospettositÓ come stile relazionale del vivere quotidiano fino al delirio persecutorio. Dal dubbio alla certezza patologica: un'escalation che a partire dalla diffidenza verso gli altri, dÓ esito a varie forme cliniche che necessitano di specifici protocolli psicoterapeutici di trattamento. Un incremento quantitativo tra salute e malattia psichica, che solo successivamente diventa anche qualitativo.
Il libro analizza, attraverso la lente della Psicoterapia Breve Strategica e con l'utilizzo esemplificativo di casi clinici, come si forma, come si mantiene e come si interrompe - con precise manovre terapeutiche - l'ideazione che pu˛ portare la persona alla condizione di vittima, costretta a difendersi evitando, o di aguzzino aggressore che si difende attaccando, fino al delirio conclamato. Dalla paura del giudizio degli altri all'isolamento sospettoso; dal mobbing all'esasperazione legale della rivendicazione; dalla gelosia all'amore criminale; dalla certezza del nemico identificato alla certezza del complotto.

Leggi la recensione di State of Mind

>