• Spazi oltre il confine
    Psicologia

    Spazi oltre il confine

    15,00 €

    Spese di spedizione a partire da 10,98€

    Disponibile in magazzino

Spazi oltre il confine

Gli autori
Salles Virginia

Salles Virginia

Psicologa, psicoterapeuta individuale e di gruppo

Attenzione!

I nostri uffici resteranno chiusi per ferie dal 1 al 23 Agosto compresi.

In questo periodo sarà comunque possibile effettuare ordini dal sito con spedizione tramite corriere ma non se ne garantisce l'evasione prima del 24 Agosto.

Alpes Italia vi augura buone vacanze!

Virginia Salles, divulgatrice della psicologia transpersonale in Italia, condivide con il lettore il proprio lavoro di ricerca ed il materiale raccolto sul campo, nella pratica della psicoterapia ad indirizzo junghiano e transpersonale.
L’autrice attinge dai sogni, dall’immaginazione, dagli stati non ordinari di coscienza, dal patrimonio di fiabe, miti, riti ancestrali, con uno sguardo attento e consapevole all’esperienza millenaria della Cabalà. La terapia è qui intesa non solo come superamento del sintomo, ma come un vero e proprio atto creativo: l’espressione della nostra realtà interiore, che trascende il dominio della ragione, per attingere ad una più autentica umanità e ad una visione dell’esistenza più ampia e più completa.
È attraverso l’angoscia, lo stupore, la disperazione e soprattutto dal riconoscimento di sé, che si è chiamati ad attuare nei momenti di sofferenza, che nasce il nostro più prezioso bagaglio di conoscenza, così come l’arte o la poesia. Sofferenza di cui molte volte saremo grati, alla vita o al destino, per averla sperimentata.
La sofferenza di cui ci parla Virginia Salles è tra le più enigmatiche e affa
scinanti che si conoscano. Esiste un nesso tra lo stato psichico considerato di interesse psichiatrico e le esperienze descritte nella letteratura spirituale e mistica? Naturalmente no, se consideriamo la psichiatria solo dal punto di vista della scienza positivista tradizionale. Ma esperienze come quelle vissute oggi da un numero sempre crescente di persone ci costringono a volgere lo sguardo in direzione degli abissi interiori, a scrutare l’infinito attraverso ogni lacerazione e a rimanere faccia a faccia con qualcosa che finalmente vediamo e che non sapevamo, qualcosa che solo ora si rivela.

>