• Green André
    Autore

    Green André

    Psicoanalista

Green André

(il Cairo, 1927 - Parigi, 2012) è stato una delle figure più eminenti della psicoanalisi degli ultimi decenni. Il suo lavoro si è sviluppato a partire da una profonda riconsiderazione della teoria freudiana, rivisitata grazie all’apporto proveniente sia dal confronto con autori ormai classici (Winnicott, Lacan e Bion in primo luogo) che con la clinica psicoanalitica contemporanea, che vede soprattutto nelle cosiddette patologie extra-nevrotiche il suo nodo maggiormente problematico ma anche il suo sviluppo ulteriore. Tra le sue opere principali ricordiamo: Il discorso vivente. La concezione psicoanalitica dell’affetto. Roma, Astrolabio, 1974. La psicosi bianca (con Jean-Luc Donnet). Roma, Borla, 1992. Narcisismo di vita, narcisismo di morte. Roma, Borla, 1985. Psicoanalisi degli stati limite. La follia privata. Milano, Cortina, 1991. Slegare. Psicoanalisi, antropologia e letteratura. Roma, Borla, 1994. Il lavoro del negativo. Roma, Borla, 1996. Propedeutica. Metapsicologia rivisitata. Roma, Borla, 2001. La Pensée clinique. Paris, Odile Jacob, 2002. Idee per una psicoanalisi contemporanea. Milano, Cortina, 2004. Illusioni e disillusioni del lavoro psicoanalitico. Milano, Cortina, 2011. Penser la psychanalyse avec Bion, Lacan, Winnicott, Laplanche, Aulagnier, Anzieu, Rosolato. Paris, Ithaque, 2013. La clinica psicoanalitica contemporanea, Milano, Cortina, 2016.